Storia

La nostra storia è cominciata nel 1985 quando, a seguito della chiusura di alcune importanti aziende lecchesi del settore metallurgico, nel territorio è esplosa la piaga della disoccupazione. Un gruppo di amici, frequentatori dell’oratorio del comune di Malgrate, preoccupati del precario avvenire di molti giovani senza lavoro hanno deciso di dare un aiuto. Pensando a se stessi si sono infatti percepiti come estremamente fortunati: avevano un lavoro, avevano una famiglia, potevano fare progetti e contare su un futuro. Ritennero che tutto questo fosse un dono ricevuto dal Signore, e che se Dio era stato generoso nei loro confronti, era giusto che anch’essi lo fossero nei riguardi del prossimo.

Così è nata la Cooperativa: con il coinvolgimento di questi giovani disoccupati in una struttura sociale che, con spirito di mutualità e di fratellanza, potesse sopperire alla loro necessità di avere un lavoro. I promotori di questo progetto si sono allora prodigati gratuitamente nella ricerca di commesse lavorative e di attività per conto terzi, azioni che, con il medesimo spirito, vengono condotte ancora oggi.

Con il ritorno nel Lecchese della ripresa economica la Cooperativa non ha smesso di proseguire nella sua attività missionaria, cominciando a dedicarsi anche all’aiuto e all’inserimento lavorativo di soggetti in difficoltà e con un passato di tossicodipendenza. Significativamente la prima persona che venne assunta fu una giovane donna con un presente di restrizioni carcerarie, legami con le dipendenze e affetta da HIV.
Questa fu una sorta di esperienza spartiacque per la Cooperativa: difficile ma bellissima. La donna, conclusa l’esperienza restrittiva, mutò radicalmente la propria vita diventando non solo un punto di riferimento professionale per la nostra struttura, ma anche nel privato trovò serena soddisfazione con la costruzione di un nucleo famigliare e con la gioia materna. Una conversione, la sua, avvenuta anche in senso cristiano, grazie all’intervento di padri cappuccini che sin dai primi tempi di vita della cooperativa sono di sostegno spirituale al nostro cammino.

La realtà di oggi è esattamente come quella di ieri. Forte del proprio bagaglio di esperienze, di professionalità e di principi morali, la Cooperativa Sociale Dimensione Lavoro onlus prosegue infatti lungo lo stesso cammino di 29 anni fa. In particolare ha da tempo avviato un impegno nell’ambito del recupero e dell’inserimento lavorativo di soggetti sofferenti di patologie psichiatriche, continuando comunque ad aiutare e a sostenere anche persone con un vissuto di difficoltà e di ristrettezze. E’ per questo che tra i suoi soci-dipendenti annovera sia uomini e donne diversamente abili che non, in un clima di interdipendenza, collaborazione e mutualità per abbattere quelle invisibili barriere divisorie in cui il mondo di oggi relega i nostri fratelli meno fortunati.